Vai a…
RSS Feed

Festivaletteratura

Festivaletteratura
L’ATTRICE:
LELLA COSTA E I PROBLEMI DEL CUORE

Natalia Aspesi ha compiuto 89 anni e dimostra che essere una ragazza è una categoria dello spirito. Così, semplicemente, l’ha descritta e omaggiata Lella Costa, amica affezionata di Festivaletteratura che ha dato elegante veste teatrale a una peculiare espressione letteraria. L’attrice ha dato vita, voce, carattere e personalità ad alcuni firmatari delle “Lettere del cuore” pubblicate da un importante giornale e indirizzate a Natalia Aspesi. La quale ha risposto con parole sagge o pungenti o ironiche,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’ATTRICE:
LELLA COSTA E I PROBLEMI DEL CUORE  »

Festivaletteratura
L’INVIATA E LA REDAZIONE:
AGNESE GRIECO E GIACOMO PAPI
APRONO L’ARCHIVIO STASI

Il titolo “Spie allo speccho” non lasciava dubbi sull’argomento della chiacchierata tra Agnese Grieco con Giacomo Papi, Achille Filipponi e Matteo Milaneschi della redazione di un magazine che si occupa di ricercare e pubblicare materiali tratti dagli archivi, siano essi di divi rock o di 007, con l’intento di dare risalto a materiali poco studiati. Durante l’incontro di Festivaletteratura in piazza Alberti, il taglio è stato dissacratorio nel presentare le immagini della Stasi,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’INVIATA E LA REDAZIONE:
AGNESE GRIECO E GIACOMO PAPI
APRONO L’ARCHIVIO STASI  »

Festivaletteratura
L’EX MAGISTRATO E LA VOCE RADIOFONICA
GIANRICO CAROFIGLIO E MASSIMO CIRRI:
L’ETICA CIVILE DELLE PAROLE

Gianrico Carofiglio fa overbooking come l’Alitalia nei tempi migliori, constata Massimo Cirri, voce del programma di Radio Rai Caterpillar. L’ex magistrato si appresta alla riflessione sull’uso delle parole, del discorso, della politica. L’incontro si svolge elencando una serie di termini, che Carofiglio è invitato a spiegare. L’interpellato si presta simpaticamente al gioco, risponde con profondità e acutezza linguistica.
APPROSSIMAZIONE. Attribuiamo il senso negativo del non avere cura, ma il grande filosofo Karl Popper dava a questa parola il significato di avvicinamento.

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’EX MAGISTRATO E LA VOCE RADIOFONICA
GIANRICO CAROFIGLIO E MASSIMO CIRRI:
L’ETICA CIVILE DELLE PAROLE  »

Festivaletteratura
L’ATTORE E IL REGISTA
LUIGI LO CASCIO:
L’IMPORTANZA DELL’INCIPIT

Luigi Lo Cascio entra in modo audace nel mondo della letteratura. Spiega il romanziere Davide Longo che “Ogni ricordo un fiore” raccoglie circa duecentocinquanta incipit, attribuiti a un viaggiatore che durante un tragitto in treno rilegge i suoi appunti mai sfociati in un prodotto compiuto.
Nel libro ci sono io, senza alcuna maschera, ammette l’attore e regista cinematografico e teatrale. Prima è nata in me la scrittura, poi l’idea della pubblicazione,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’ATTORE E IL REGISTA
LUIGI LO CASCIO:
L’IMPORTANZA DELL’INCIPIT  »

Festivaletteratura
IL SOCIOLOGO E IL RICERCATORE
BRUNO LATOUR E TOMMASO VENTURINI:
SERVE UN ACCORDO TRA ECONOMIA POLITICA
E TERRITORIO

L’elezione a Presidente USA di un nome che non voglio nominare, e in Borgogna c’è caldo e si rischia di non riuscire a produrre vino. Inizia focalizzando l’argomento, l’incontro dal titolo “Etica e politica per il mondo di domani”, che ha visto il filosofo e sociologo Bruno Latour confrontarsi con Tommaso Venturini, ricercatore in Francia. La basilica di santa Barbara è al massimo della capienza e gli altoparlanti diffondono sulla piazzetta antistante il concetto che la politica non possa più essere disgiunta dall’ecosistema,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
IL SOCIOLOGO E IL RICERCATORE
BRUNO LATOUR E TOMMASO VENTURINI:
SERVE UN ACCORDO TRA ECONOMIA POLITICA
E TERRITORIO  »

Festivaletteratura
NIPOTE E NONNO
DIANA BOSNJAK MONAI RACCONTA LA GUERRA BALCANICA
ATTRAVERSO IL DIARIO DI PUNIŠA KALEZIĆ

Nella basilica palatina di Santa Barbara si è ascoltato il racconto “Da Sarajevo con amore. Diario dell’assedio” di Diana Bosnjak Monai, in colloquio con il giornalista Christian Elia. L’autrice, che vive e lavora a Trieste, è nipote dello scrittore giornalista e partigiano Puniša Kalezić, di cui riporta la testimonianza di veterano della guerra balcanica e dell’assedio della città che pochi anni prima, nel 64, ospitò le Olimpiadi.
Il diario del nonno si unisce alla storia personale della donna,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
NIPOTE E NONNO
DIANA BOSNJAK MONAI RACCONTA LA GUERRA BALCANICA
ATTRAVERSO IL DIARIO DI PUNIŠA KALEZIĆ  »

Festivaletteratura
LA GIORNALISTA TV E LO SCRITTORE.
LA STRANA COPPIA: LILLI GRUBER E BEPPE SEVERGNINI

Sembrano davvero “La strana coppia” del film di Billy Wilder. Lui, per quindici edizioni affezionata presenza a Festivaletteratura, lei per la prima volta a Mantova. Lui sprizza simpatia e ironia di narratore, lei dispensa sorrisi e rigore giornalistico. Beppe Severgini balza sul palco: «Questo è il festival più bello d’Europa. Lo sapete, no? Come direbbero a Pegognaga (risata del pubblico), ladies and gentlemen: Lilli Gruber». La quale, divertita, si presta al gioco di un ingresso da star.

 » Leggi di più: Festivaletteratura
LA GIORNALISTA TV E LO SCRITTORE.
LA STRANA COPPIA: LILLI GRUBER E BEPPE SEVERGNINI  »

Festivaletteratura
LO STORICO DEL TEATRO E LA SCRITTRICE.
MASOLINO D’AMICO E SANDRA PETRIGNANI
RACCONTANO NATALIA GINZBURG

L’Officina del Gas è torrida. Sotto le pale dei ventilatori che roteano stancamente, il critico, saggista, traduttore, giornalista, professore universitario, figlio e nipote d’arte Masolino D’Amico dialoga con Sandra Petrignani, autrice di “Non si amano soltanto le memorie felici”, una biografia o per meglio dire un’esplorazione attorno a Natalia Ginzburg. I ricordi dei due si sommano, si integrano l’un l’altro partendo dalle cene a casa di Giulio Einaudi, dove spesso erano invitati sia la Ginzburg che D’Amico,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
LO STORICO DEL TEATRO E LA SCRITTRICE.
MASOLINO D’AMICO E SANDRA PETRIGNANI
RACCONTANO NATALIA GINZBURG  »

Festivaletteratura
IL GIORNALISTA E IL FOTOGRAFO:
LE FRONTIERE
VISTE DA GUILLERMO ABRIL E CARLOS SPOTTORNO

“C’è una crepa in ogni cosa” è un libro che riassume le venticinquemila foto e il romanzo giornalistico realizzati in tre anni di viaggio tra Mediterraneo, Balcani, Ungheria e Ucraina. Gli autori Guillermo Abril, giornalista, e Carlos Spottorno, fotografo, vincitori del World Press Photo, all’Aula Magna dell’Università di Mantova hanno spiegato di aver usato un linguaggio da graphic novel per raccontare le infinite storie che hanno incrociato durante il tragitto.
Ci sono barriere fisiche,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
IL GIORNALISTA E IL FOTOGRAFO:
LE FRONTIERE
VISTE DA GUILLERMO ABRIL E CARLOS SPOTTORNO  »

Festivaletteratura
I COMICI: FESTIVALCONIGLIO
CON MARCO DOSE E ANTONELLO PRESTA

Un lunghissimo serpentone si snoda da piazza Castello fin sotto il portico di palazzo Ducale. Il fatto che la coda per due comici batta in estensione quelle, pur lunghe, riservate a esponenti del pensiero, della politica, dell’informazione, della letteratura, dovrebbe far riflettere. La tensostruttura straripa. Del resto, i conduttori radiofonici della mitica trasmissione di Rai Radio 2 “Il ruggito del coniglio” hanno un pubblico di affezionati ultras. Le grida bravi fioccano prima ancora dell’inizio,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
I COMICI: FESTIVALCONIGLIO
CON MARCO DOSE E ANTONELLO PRESTA  »

Post più vecchi››