Vai a…
RSS Feed

Arsit Artes

Il DONIZETTI OPERA
torna a Bergamo

proponendo
Il borgomastro di Saardam
Pigmalione
Che originali!

e JUAN DIEGO FLÓREZ
in recital

Il festival Donizetti Opera torna per la seconda edizione a Bergamo dal 22 novembre al 4 dicembre 2017, presentando titoli desueti e un recital di Juan Diego Flórez. Anche quest’anno la programmazione ruota attorno al Dies natalis con due fine settimana dedicati alle recite operistiche che, stante la chiusura per restauri del Teatro Donizetti, vanno in scena al Teatro Sociale in Città Alta. Donizetti Opera – spiega il direttore artistico Francesco Micheli – è la lunga festa di compleanno che Bergamo dedica a Gaetano Donizetti,

 » Leggi di più: Il DONIZETTI OPERA
torna a Bergamo

proponendo
Il borgomastro di Saardam
Pigmalione
Che originali!

e JUAN DIEGO FLÓREZ
in recital  »

GAUDE BARBARA BEATA
nella chiesa che suona
la maratona organistica
della Festa di Ognissanti

In visita alla basilica palatina di Santa Barbara a Mantova, in un precedente concerto, il direttore d’orchestra Umberto Benedetti Michelangeli preferì un ascolto itinerante, passeggiando, per gustare appieno la splendida diffusione acustica in ogni anfratto della “chiesa che suona”, la cui architettura fu creata specificamente a fini musicali. Due tipologie di fruitori erano presenti alla maratona organistica della Festa di Ognissanti: i turisti, che muovendosi per ammirare le bellezze artistiche hanno contemporaneamente goduto dello stesso sentire prediletto dalle orecchie più esperte,

 » Leggi di più: GAUDE BARBARA BEATA
nella chiesa che suona

la maratona organistica
della Festa di Ognissanti  »

BERGAMO
Stagione dei Teatri 2017/2018

PROGRAMMAZIONE VARIEGATA
Dove la realtà
dialoghi con la fantasia
e la poesia si faccia gesto anche giocoso

La Stagione dei Teatri 2017/2018 a Bergamo comprende tre sezioni: Prosa, Altri Percorsi, Operetta. Un cartellone di diciannove titoli che accompagna da metà novembre ad aprile, suddiviso in due location. Il Creberg Teatro ospita la proposta tradizionale del Teatro Donizetti, chiuso per restauri, mentre il Teatro Sociale in Città Alta accoglie come di consueto titoli di sperimentazione. Da quest’anno la gestione è assunta dalla Fondazione Teatro Donizetti e presenta ricchezza di contenuti, che vanno dalla grande scuola autorale e attoriale,

 » Leggi di più: BERGAMO
Stagione dei Teatri 2017/2018

PROGRAMMAZIONE VARIEGATA
Dove la realtà
dialoghi con la fantasia
e la poesia si faccia gesto anche giocoso
 »

MONTEZUMA
FONTANA
MIRKO
La scultura in mosaico
dalle origini a oggi

Nell’ambito della V edizione Ravenna Mosaico Rassegna Biennale di Mosaico Contemporaneo, il MAR – Museo d’Arte della Città di Ravenna – fino al 7 gennaio 2018 apre una mostra di ampio respiro sul rapporto tra la scultura e il mosaico, con l’intento di sondare e documentare la nascita, l’evoluzione di questo linguaggio e le differenti declinazioni del concetto di “tessera” da parte degli scultori a partire dagli anni Trenta del Novecento, momento in cui,

 » Leggi di più: MONTEZUMA
FONTANA
MIRKO
La scultura in mosaico
dalle origini a oggi  »

CARLO BONONI
L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese

Il suo nome è stato accostato a quelli di Tintoretto e Caravaggio. Guido Reni ne ammirava la «sapienza grande nel disegno e nella forza del colorito». Pochi sono stati capaci di dipingere nudi maschili più potenti e seducenti di quelli creati da Carlo Bononi. Le sue tele sono vere e proprie meraviglie pittoriche create in tempi tragici, di carestie e pestilenze, nell’Italia di inizio Seicento. A servizio, ma non troppo, della Controriforma.

 » Leggi di più: CARLO BONONI
L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese  »

ANGELO MANZOTTI
CUORE E TECNICA ECCELLENTISSIME

RICAMANO
LE ARIE BAROCCHE
di VICENZA in LIRICA

Un’ugola argentina, nata apposta per cantare. Angelo Manzotti possiede corde vocali speciali, oggetto di studi foniatrici e di tesi di laurea, grazie alle quali raggiunge naturalmente, senza ricorrere al falsetto, quei registri sopranili che nel periodo del barocco musicale erano monopolio dei castrati. Specificità disciplinata in una tecnica di canto solida, di grande scuola, padroneggiata con disinvoltura stilistica, con un’abilità divenuta istintiva e che perciò consente d’abbandonarsi all’interpretazione. Perché la tecnica nulla sarebbe senza l’espressività,

 » Leggi di più: ANGELO MANZOTTI
CUORE E TECNICA ECCELLENTISSIME

RICAMANO
LE ARIE BAROCCHE
di VICENZA in LIRICA  »

Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?

C’è – c’era – anche un disco di Charlie Parker nella colonna sonora che accompagnava i pomeriggi dei nostri incontri/audizioni in casa dell’uno o dell’altro degli adepti componenti la mia compagnia d’adolescente. La doppia collocazione temporale intende alludere alla diversa valenza che questo disco assume nei miei ricordi. Il disco c’è nel senso che esiste, è catalogato nelle discografie, inciso nei solchi dei microsolchi o sui CD, analizzato da critici ed esegeti del bop,

 » Leggi di più: Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?  »

NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche

Anna Pirozzi lucente Abigaille nel Nabucco risorgimentale all’Arena di Verona

Tre fischi ed ecco accorrere i martinitt. Non si era a Babilonia né a Gerusalemme, ma nella Milano invasa dalle barricate delle Cinque Giornate, registicamente protratte dal 1848 al 1860, secondo un concetto malleabile di tempo e di storia. A contrapporsi, non erano Babilonesi ed Ebrei ma soldati austriaci e patrioti risorgimentali, nel Nabucco che ha fatto ritorno a Verona in un nuovo allestimento,

 » Leggi di più: NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche  »

L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON

No, no: l’ingegnere milanese cui si allude nel titolo non è, ahimè, il mio amatissimo Gaddus, il Carlo Emilio di “Quer Pasticciaccio Brutto de Via Merulana”, “L’Adalgisa” e “La Cognizione del Dolore”. Quello a cui qui mi voglio riferire faceva di cognome Fava, era un signore molto distinto, formale, un po’ impettito, con un perenne sorriso immobile e piuttosto inespressivo. Era il proprietario di un appartamento sito in via Paolo Diacono,

 » Leggi di più: L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON  »

FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA

Lodevoli le limature, alla terza edizione dal debutto. Convince sempre più l’Aida confezionata nel 2013, anno del Centenario, con l’impegnativo compito di traghettare l’opera nel terzo millennio, e che ha fatto ritorno all’Arena di Verona lasciando agli spettatori la facoltà di scegliere tra l’innovazione e un secondo allestimento, carico delle antiche suggestioni tramandate dal 1913. L’ideazione del tanto celebre quanto abitualmente discusso collettivo catalano La Fura dels Baus continua a dividere le opinioni,

 » Leggi di più: FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA  »

Post più vecchi››