Vai a…
RSS Feed

Arsit Artes

SETTE CONTRO TEBE
per la regia di Marco Baliani
chiude l’Estate Teatrale Veronese

Rumori sordi, cupi, spaventosi nella lacerante attesa di un terribile destino. La polvere sollevata dagli eserciti in marcia, le urla strazianti, i lampi improvvisi, il rombo ritmico delle pale di invisibili elicotteri, spari a raffica ed esplosioni, e sempre, di sottofondo, un terreo brontolio. Suoni aggrovigliati nel tempo (Mirto Baliani) si sono sovrapposti ai frammenti delle notizie portate dal messaggero (Aldo Ottobrino) da un altrove indistinto e lontano, e si sono confusi con le litanie elevate entro i confini urbani,

 » Leggi di più: SETTE CONTRO TEBE
per la regia di Marco Baliani
chiude l’Estate Teatrale Veronese  »

ANGELO MANZOTTI
CUORE E TECNICA ECCELLENTISSIME

RICAMANO
LE ARIE BAROCCHE
di VICENZA in LIRICA

Un’ugola argentina, nata apposta per cantare. Angelo Manzotti possiede corde vocali speciali, oggetto di studi foniatrici e di tesi di laurea, grazie alle quali raggiunge naturalmente, senza ricorrere al falsetto, quei registri sopranili che nel periodo del barocco musicale erano monopolio dei castrati. Specificità disciplinata in una tecnica di canto solida, di grande scuola, padroneggiata con disinvoltura stilistica, con un’abilità divenuta istintiva e che perciò consente d’abbandonarsi all’interpretazione. Perché la tecnica nulla sarebbe senza l’espressività,

 » Leggi di più: ANGELO MANZOTTI
CUORE E TECNICA ECCELLENTISSIME

RICAMANO
LE ARIE BAROCCHE
di VICENZA in LIRICA  »

Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?

C’è – c’era – anche un disco di Charlie Parker nella colonna sonora che accompagnava i pomeriggi dei nostri incontri/audizioni in casa dell’uno o dell’altro degli adepti componenti la mia compagnia d’adolescente. La doppia collocazione temporale intende alludere alla diversa valenza che questo disco assume nei miei ricordi. Il disco c’è nel senso che esiste, è catalogato nelle discografie, inciso nei solchi dei microsolchi o sui CD, analizzato da critici ed esegeti del bop,

 » Leggi di più: Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?  »

NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche

Anna Pirozzi lucente Abigaille nel Nabucco risorgimentale all’Arena di Verona

Tre fischi ed ecco accorrere i martinitt. Non si era a Babilonia né a Gerusalemme, ma nella Milano invasa dalle barricate delle Cinque Giornate, registicamente protratte dal 1848 al 1860, secondo un concetto malleabile di tempo e di storia. A contrapporsi, non erano Babilonesi ed Ebrei ma soldati austriaci e patrioti risorgimentali, nel Nabucco che ha fatto ritorno a Verona in un nuovo allestimento,

 » Leggi di più: NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche  »

L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON

No, no: l’ingegnere milanese cui si allude nel titolo non è, ahimè, il mio amatissimo Gaddus, il Carlo Emilio di “Quer Pasticciaccio Brutto de Via Merulana”, “L’Adalgisa” e “La Cognizione del Dolore”. Quello a cui qui mi voglio riferire faceva di cognome Fava, era un signore molto distinto, formale, un po’ impettito, con un perenne sorriso immobile e piuttosto inespressivo. Era il proprietario di un appartamento sito in via Paolo Diacono,

 » Leggi di più: L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON  »

FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA

Lodevoli le limature, alla terza edizione dal debutto. Convince sempre più l’Aida confezionata nel 2013, anno del Centenario, con l’impegnativo compito di traghettare l’opera nel terzo millennio, e che ha fatto ritorno all’Arena di Verona lasciando agli spettatori la facoltà di scegliere tra l’innovazione e un secondo allestimento, carico delle antiche suggestioni tramandate dal 1913. L’ideazione del tanto celebre quanto abitualmente discusso collettivo catalano La Fura dels Baus continua a dividere le opinioni,

 » Leggi di più: FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA  »

Fondazione
del TEATRO GRANDE di Brescia
presenta

Festa dell’Opera 2017

Proseguono gli appuntamenti del progetto di Anteprima della Festa dell’Opera 2017, organizzati dalla Fondazione del Teatro Grande insieme alla Provincia di Brescia e in collaborazione con la Fondazione Provincia di Brescia Eventi. Come preludio alla sesta edizione della Festa dell’Opera, che avrà luogo sabato 16 settembre, la musica si propaga oltre il territorio cittadino per raggiungere insolite località della Provincia con sette concerti d’Opera.

La Festa dell’Opera è l’evento che ogni anno,

 » Leggi di più: Fondazione
del TEATRO GRANDE di Brescia

presenta

Festa dell’Opera 2017  »

In scena al TEATRO ROMANO
il RICCARDO II di STEIN
il NITIDO UNISONO
dell’INTIMO
SHAKESPEARIANO

Direzione, interpretazione, scenografia componevano un unicum formato da tasselli indistinguibili, tanto erano all’unisono. La “premiata ditta” del teatro di parola Peter Stein, al timone della regia, e Maddalena Crippa, a vestire i panni maschili del protagonista invertendo i canoni del teatro elisabettiano, ha portato sulle tavole del Teatro Romano a Verona gli esiti del lavoro imbastito in un sobborgo medievale immerso nella campagna umbra e messo a punto al Teatro Metastasio di Prato,

 » Leggi di più: In scena al TEATRO ROMANO
il RICCARDO II di STEIN
il NITIDO UNISONO
dell’INTIMO
SHAKESPEARIANO  »

L’ARENA di VERONA
TORNA in OMAN
con la SONNAMBULA
per la STAGIONE 2017-2018 della ROYAL OPERA HOUSE
di MUSCAT

Fondazione Arena punta sulle trasferte internazionali, perché ha i meriti e la qualità per poterlo fare e il suo marchio è universalmente conosciuto. Il Sovrintendente Giuliano Polo così motiva il progetto che si rinnova da quattro anni e che porta l’eccellenza areniana nel Sultanato dell’Oman, nell’ambito della Stagione operistica della Royal Opera House Muscat.

Si iniziò nel 2011 con la fiabesca “Turandot” di Puccini nell’ideazione di Franco Zeffirelli,

 » Leggi di più: L’ARENA di VERONA
TORNA in OMAN
con la SONNAMBULA
per la STAGIONE 2017-2018 della ROYAL OPERA HOUSE
di MUSCAT  »

BAUSTELLE e PASSENGER
al VITTORIALE degli ITALIANI
per TENER-a-MENTE 2017

Domenica 2 luglio saranno i BAUSTELLE ad alzare il sipario sulla settima edizione del Festival del Vittoriale Tener-a-mente: gruppo di culto dell’indie-rock italiano, hanno conquistato il grande pubblico lasciandosi alle spalle l’approccio lo-fi dei primi dischi. Capaci di un pop orchestrale d’autore, accompagnati dalla voce sensuale e d’altri tempi di Rachele Bastrenghi e da un’orchestra, dopo il tour che li ha visti esaurire i migliori teatri italiani,

 » Leggi di più: BAUSTELLE e PASSENGER
al VITTORIALE degli ITALIANI
per TENER-a-MENTE 2017  »

Post più vecchi››