Vai a…
RSS Feed

Archivi per aprile 1, 2018

MOF 2018:
un VIAGGIO VERDESPERANZA
RIVOLTO a più PUBBLICI
Lirica e contaminazioni
sul palcoscenico
dello Sferisterio di Macerata

È ormai completo il programma ufficiale del Macerata Opera Festival 2018 #verdesperanza. Il palinsesto ricalca lo schema tematico settimanale degli anni passati, cui infonde nuova personalità e nuove idee. Il Festival internazionale desidera sempre più rafforzare il rapporto con la comunità territoriale e il percorso non si limita ai soli mesi estivi, ma copre l’intero anno con attività partecipative e appuntamenti che fanno di Macerata una città sempre più “in festa”.

 » Leggi di più: MOF 2018:
un VIAGGIO VERDESPERANZA
RIVOLTO a più PUBBLICI
Lirica e contaminazioni
sul palcoscenico
dello Sferisterio di Macerata  »

RITA di DONIZETTI
al RUBINI FESTIVAL
A Romano di Lombardia
torna la rassegna
dedicata al grande tenore
ottocentesco

“Rita” è la versione che circolò in Italia, a partire dal 1876, di un’operina in un atto concepita originariamente su un libretto francese, Deux hommes et une femme. Gaetano Donizetti la realizzò tra il 1839 e il 1841, ma per varie ragioni andò in scena a Parigi solo nel 1860, con un altro titolo francese, “Rita ou le mari battu”,

 » Leggi di più: RITA di DONIZETTI
al RUBINI FESTIVAL
A Romano di Lombardia
torna la rassegna
dedicata al grande tenore
ottocentesco  »

NUOVO
DEBUTTO INTERNAZIONALE
per FRANCESCO MICHELI
Il regista
porta Lucia di Lammermoor
a Bordeaux

Nuovo cimento internazionale per il regista Francesco Micheli con un’opera particolarmente significativa per la sua carriera. “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti, su libretto di Salvadore Cammarano (1835), debutta all’Opéra National de Bordeaux il 3 aprile 2018 con un allestimento in coproduzione con la Fenice di Venezia, dove è andato in scena con grande successo nell’aprile 2017.
Il titolo operistico romantico per eccellenza è immerso fra le brume,

 » Leggi di più: NUOVO
DEBUTTO INTERNAZIONALE
per FRANCESCO MICHELI
Il regista
porta Lucia di Lammermoor
a Bordeaux  »