Vai a…
RSS Feed

Archivi per Settembre 10, 2019

FestivaLETTERATURA
Chiesa di Santa Maria della Vittoria
Howard Jacobson and Peter Florence: THE RISE OF ANTI-SEMITISM (En Only)
…Israel’s tragedy as a conflict of two rights, but eventually came to the conclusion that it is a tragedy of two wrongs.

The novelist, humorist and journalist Henry Jacobson, with his ingenious mix of English and Jewish humour, can afford to address a tricky topic such as the rise of anti-Semitism. Responding to the inevitable final question from the public, pretty heated and vaguely aggressive, concerning the Palestinian question, he takes the opportunity to explain in simple terms what he considers to be the root of the problem: you have not listened to me, you attack me without referring to what I have said,

 » Leggi di più: FestivaLETTERATURA
Chiesa di Santa Maria della Vittoria
Howard Jacobson and Peter Florence: THE RISE OF ANTI-SEMITISM (En Only)
…Israel’s tragedy as a conflict of two rights, but eventually came to the conclusion that it is a tragedy of two wrongs.
 »

FESTIVALETTERATURA
Piazza Castello
Carofiglio, Gramellini e Porcelli Safonov
con Neri Marcorè
LE PAROLE PER DIRLO

a quale eticità le si voglia legare e a quale altrettanta morale, qualora la si riconosca, le si debba riportare, non certo per puro riscontro lessicale

  • Cercare le LE PAROLE PER DIRLO è sempre e solo fin troppo semplice. Il punto è a quale eticità lo si voglia legare e a quale altrettanta morale, qualora la si riconosca, lo si debba riportare, non certo per puro riscontro lessicale.

Gianrico Carofiglio, Massimo Gramellini e Arianna Porcelli Safonov, quartettano con Neri Marcorè a pungere di filologia gli ampi spazi lasciati alla deontologia personale,

 » Leggi di più: FESTIVALETTERATURA
Piazza Castello
Carofiglio, Gramellini e Porcelli Safonov
con Neri Marcorè
LE PAROLE PER DIRLO

a quale eticità le si voglia legare e a quale altrettanta morale, qualora la si riconosca, le si debba riportare, non certo per puro riscontro lessicale  »

FestivaLETTERATURA
Basilica Palatina di Santa Barbara
Maryanne Wolf e Alberto Manguel con Alessandro Zaccur
COME DIVENTIAMO LETTORI

Capire di più, per capirci di più, attraverso lo studio dei percorsi sinaptici e non soltanto mediante l’empatia che si sviluppa verso chi dialoga con noi, o la majeutica di chi rivela e insegna. Neuroni al servizio dell’apprendere, di quell’apprendere che si manifesta e si evince, ogni volta miglioriamo il dialogo profondo tra la connessioni nervose e gli input che riceviamo e captiamo nell’ambiente e dall’ambiente. Una sorta di streaming figurativo, di continuo scambio di dati polipotenziali che cambiano stato,

 » Leggi di più: FestivaLETTERATURA
Basilica Palatina di Santa Barbara
Maryanne Wolf e Alberto Manguel con Alessandro Zaccur
COME DIVENTIAMO LETTORI

 »

FESTIVALetteratura
Piazza Castello
Abraham Yehoshua
ASCOLTARE L’ANIMA
E NON IL CERVELLO

Parole per Persone
grate d’ascoltarsi

Parlarsi con le parole di chi può non ricordare, seppur senza dimenticare, e di chi, nonostante, vuole parole che siano tracce di luce, senza parole stridule e bavaglio.
Sentire, ascoltare, partecipare, per volere il dialogo, sempre e solo per costruire fili di comprensione, mai abbastanza stretti tra loro e sovrastare il dolore e i muri e le punte e i baratri, per congiungere e aggiungere e mai spezzare. Testi in diretta,

 » Leggi di più: FESTIVALetteratura
Piazza Castello
Abraham Yehoshua
ASCOLTARE L’ANIMA
E NON IL CERVELLO

Parole per Persone
grate d’ascoltarsi
 »

FestivaLETTERATURA
Piazza Castello
Mariana Mazzucato
L’ECONOMIA DEL VALORE

Creatori e ladri di valore

Contribuiamo alla crescita del Paese. Creiamo valore ogni giorno. Produciamo ricchezza per tutti. Sono solo alcuni dei tanti slogan da capitalismo contemporaneo. Eppure, negli ultimi settant’anni l’economia finanziaria, pur drenando risorse tangibili dal basso, ha reinvestito tutto per sé stessa, tra speculazioni e dividendo, senza restituire nulla o quasi all’economia reale. Un atteggiamento parassitario che ha portato al costante stato di crisi odierna. Così riassume la storia degli ultimi decenni la nota economista e professoressa Mariana Mazzucato,

 » Leggi di più: FestivaLETTERATURA
Piazza Castello
Mariana Mazzucato
L’ECONOMIA DEL VALORE

Creatori e ladri di valore
 »

FESTIVALetteratura
Palazzo San Sebastiano
Paolo Rumiz: DA NORCIA ALL’EUROPA
Viaggio nella rete benedettina
che per prima unì il Vecchio Continente

Ora, collabora, diffondi il verbo con l’esempio.
Un cammino
semplice, per conoscere, comprendere e respirare, entro le mura e chiostri, l’idea, lo spirito, la prospettiva di Benedetto da Norcia, poi santo e ora patrono d’Europa, che sviluppò, per alte mete, la prima rete europea. Un viaggio di ricerca interiore, di ricambio di sorti, d’affermazione di una spiritualità, congiunta ad ascesi e silenzi di pace, che unì il vecchio continente. Un percorso di purificazione di tanti pregiudizi,

 » Leggi di più: FESTIVALetteratura
Palazzo San Sebastiano
Paolo Rumiz: DA NORCIA ALL’EUROPA
Viaggio nella rete benedettina
che per prima unì il Vecchio Continente

 »

FestivaLETTERATURA 2019
Chiesa della Madonna della Vittoria
SIMON SCHAMA ~ REMBRANDT’S EYES
Nella luce, nulla è luce, ma tutto è luce capace di rendere tangibile, il visibile

Immersi in una luce incerta, fors’anche adatta a trattare di visuali, sguardi e cromatismi, il racconto di Simon Schama GLI OCCHI DI REMBRANDT prende a riferimento come il grande pittore, riscrisse con luce nuova, con occhi nuovi, ogni esecuzione, con ciò che solo la luce può scrivere.
Rembrandt inventa cosa deve dire la luce in ogni lato di un’opera, cosa può comunicare d’effetto e come deve restare immutata nel tempo,

 » Leggi di più: FestivaLETTERATURA 2019
Chiesa della Madonna della Vittoria
SIMON SCHAMA ~ REMBRANDT’S EYES
Nella luce, nulla è luce, ma tutto è luce capace di rendere tangibile, il visibile  »

FESTIVALetteratura
Piazza Castello
Jonathan Safran Foer: IL CLIMA SIAMO NOI
L’aver a cuore l’Ambiente, il Clima, la Terra per sé, per Noi e per chi ci seguirà

Noi, l’Ambiente, il Clima e sempre più Noi per il loro rispetto, la loro difesa, il loro domani. Ma principalmente Noi, per Noi e per chi ci seguirà. Piccoli atti quotidiani, piccole responsabilità di tutti, di ognuno di Noi, piccole prese di coscienza per mantenere e migliorare quel valore essenziale ed irrinunciabile che è l’Ambiente in cui viviamo, cresciamo, respiriamo. E del quale non possiamo certo prescindere e men che meno dubitare dei chiari richiami ad una maggiore sostenibilità complessiva,

 » Leggi di più: FESTIVALetteratura
Piazza Castello
Jonathan Safran Foer: IL CLIMA SIAMO NOI
L’aver a cuore l’Ambiente, il Clima, la Terra per sé, per Noi e per chi ci seguirà
 »

FIRENZE
Piano nobile
di Palazzo Antinori

GIOVANNI E TELEMACO SIGNORINI
19 Settembre ~ 10 Novembre

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha condotto Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa raffinata esposizione che vanta due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro. Il tratto di marcata “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito all’indubbio spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.

 » Leggi di più: FIRENZE
Piano nobile
di Palazzo Antinori

GIOVANNI E TELEMACO SIGNORINI
19 Settembre ~ 10 Novembre
 »

FestivaLETTERATURA 2019
Seminario Vescovile
Alex Capus: I MIEI PERSONAGGI MI RINCORRONO
Schön, Sie kennenzulernen, Herr Capus

ALEX CAPUS
Schön, Sie kennenzulernen, Herr Capus

Alex Capus (che si legge come Camus, come lui stesso specifica subito per togliere tutti dall’imbarazzo) si interessa solo di storie vere, le uniche a fornirgli il materiale per rispondere alla domanda sorgente di ogni suo scritto: perché l’uomo vive come vive? Cosa vuole davvero?
Capus raccoglie frammenti di vita a contatto con la gente nel suo bar di Olten (cittadina della Svizzera tedesca tra Zurigo e Basilea),

 » Leggi di più: FestivaLETTERATURA 2019
Seminario Vescovile
Alex Capus: I MIEI PERSONAGGI MI RINCORRONO
Schön, Sie kennenzulernen, Herr Capus
 »