Vai a…
RSS Feed

Festivaletteratura

SEIJI OZAWA BEETHOVEN SINFONIA N. 9 “CORALE” RIE MIYAKE, MIHOKO FUJIMURA, KEI FUKUI MARKUS EICHE MITO CHAMBER ORCHESTRA

45 anni fa il leggendario direttore debuttava su etichetta Philips con la Nona di Beethoven.
Oggi, a 83 anni compiuti, Ozawa torna ad incidere questo capolavoro in un momento di grande ispirazione creativa.

 » Leggi di più: SEIJI OZAWA BEETHOVEN SINFONIA N. 9 “CORALE” RIE MIYAKE, MIHOKO FUJIMURA, KEI FUKUI MARKUS EICHE MITO CHAMBER ORCHESTRA  »

MOZART PIANO
SONATAS SONATE N. 13–18 K 333, K 457, K 533/494, K 545 K 570, K 576, Fantasia K 475 Sonatensatz K 312 (K⁶ 590d)

Le sei sonate comprese in questo album sono state composte da Mozart nell’ultimo decennio della sua vita, tra il 1782 e il 1789. Ci troviamo di fronte a sei capolavori che consentono di addentrarci nell’universo mozartiano, scoprendone nuove sfaccettature. Ciò vale non solo per la Sonata in do minore K 457, di gran lunga la più tragica e moderna, ma anche per le altre, apparentemente più “disimpegnate”: anche laddove agisce per sottrazione, Mozart raggiunge un livello di profondità ed essenzialità pressoché impareggiabile.

 » Leggi di più: MOZART PIANO
SONATAS SONATE N. 13–18 K 333, K 457, K 533/494, K 545 K 570, K 576, Fantasia K 475 Sonatensatz K 312 (K⁶ 590d)
 »

UNIVERSAL CLASSICS
QUASI UNA MELODIA INFINITA…
LE OPP. 55–58 DI CHOPIN

I pezzi qui registrati furono composti tra il 1843 e il 1844 e pubblicati poco dopo: interpretare opere cronologicamente vicine nell’ordine di pubblicazione significa per Maurizio Pollini avvicinarsi al criterio di varietà cui si atteneva lo stesso Chopin nei programmi dei propri concerti, e consente di individuare i caratteri di ogni lavoro nel suo contesto. “Ascoltare le Ballate o gli Scherzi di seguito non tiene conto del fatto che sono stati composti in momenti diversi,

 » Leggi di più: UNIVERSAL CLASSICS
QUASI UNA MELODIA INFINITA…
LE OPP. 55–58 DI CHOPIN
 »

BERBERIO:
ESPRESSIVITÀ LIBERA E GIOCOSA

Dieci e lode
alla performance di Zonzo Compagnie

Quanti, adulti e adolescenti, non avessero avuto dimestichezza con la musica d’avanguardia, dalla dodecafonia all’elettro-acustica, di Luciano Berio non possono che essersene innamorati avendo assistito a Berberio”, probabilmente lo spettacolo più bello tra i molti belli dell’edizione 2018 di Segni New Generations Festival a Mantova.
Come suggerito dal titolo, la performance della belga Zonzo Compagnie, poi rappresentata anche al Roma Europa Festival,

 » Leggi di più: BERBERIO:
ESPRESSIVITÀ LIBERA E GIOCOSA

Dieci e lode
alla performance di Zonzo Compagnie
 »

IL TEMPO NON ESISTE. L’UNIVERSO FORSE NEMMENO, PERÒ È BELLISSIMO

All’inizio c’era il nulla. Un posto dove tutto era ammassato, una voragine nera. Poi comparve Gea. Era meravigliosa, scelse come sposo il cielo stellato, Urano, e presero a generare. Nacquero l’oceano e gli astri, il sonno e il profumo dell’erba, le guerre e le battaglie d’amore e anche il più prezioso di tutti i mali: l’errore. Vennero alla luce i Titani, alti alti, e il più piccolo tra loro era Crono, il narratore in prima persona di questa storia millenaria.

 » Leggi di più: IL TEMPO NON ESISTE. L’UNIVERSO FORSE NEMMENO, PERÒ È BELLISSIMO  »

UNA NOTTE SENZA FINE INGHIOTTE L’ANIMA PERSA DI MACBETH

I due futuri sovrani si siedono sui troni e si coprono la testa con dei drappi neri. Prima ancora, una civetta lancia il suo lugubre grido e si ode il sibilo del vento che diventa bufera. Si leva una melodia che parafrasa Verdi. Le dissertazioni vocali – dal vivo – si accompagnano alle note originali – registrate – del grande compositore di Busseto nello spettacolo di prosa “Macbeth. Il canto dell’anima persa”

 » Leggi di più: UNA NOTTE SENZA FINE INGHIOTTE L’ANIMA PERSA DI MACBETH  »

Festivaletteratura
L’ATTRICE:
LELLA COSTA E I PROBLEMI DEL CUORE

Natalia Aspesi ha compiuto 89 anni e dimostra che essere una ragazza è una categoria dello spirito. Così, semplicemente, l’ha descritta e omaggiata Lella Costa, amica affezionata di Festivaletteratura che ha dato elegante veste teatrale a una peculiare espressione letteraria. L’attrice ha dato vita, voce, carattere e personalità ad alcuni firmatari delle “Lettere del cuore” pubblicate da un importante giornale e indirizzate a Natalia Aspesi. La quale ha risposto con parole sagge o pungenti o ironiche,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’ATTRICE:
LELLA COSTA E I PROBLEMI DEL CUORE  »

Festivaletteratura
L’INVIATA E LA REDAZIONE:
AGNESE GRIECO E GIACOMO PAPI
APRONO L’ARCHIVIO STASI

Il titolo “Spie allo speccho” non lasciava dubbi sull’argomento della chiacchierata tra Agnese Grieco con Giacomo Papi, Achille Filipponi e Matteo Milaneschi della redazione di un magazine che si occupa di ricercare e pubblicare materiali tratti dagli archivi, siano essi di divi rock o di 007, con l’intento di dare risalto a materiali poco studiati. Durante l’incontro di Festivaletteratura in piazza Alberti, il taglio è stato dissacratorio nel presentare le immagini della Stasi,

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’INVIATA E LA REDAZIONE:
AGNESE GRIECO E GIACOMO PAPI
APRONO L’ARCHIVIO STASI  »

Festivaletteratura
L’EX MAGISTRATO E LA VOCE RADIOFONICA
GIANRICO CAROFIGLIO E MASSIMO CIRRI:
L’ETICA CIVILE DELLE PAROLE

Gianrico Carofiglio fa overbooking come l’Alitalia nei tempi migliori, constata Massimo Cirri, voce del programma di Radio Rai Caterpillar. L’ex magistrato si appresta alla riflessione sull’uso delle parole, del discorso, della politica. L’incontro si svolge elencando una serie di termini, che Carofiglio è invitato a spiegare. L’interpellato si presta simpaticamente al gioco, risponde con profondità e acutezza linguistica.
APPROSSIMAZIONE. Attribuiamo il senso negativo del non avere cura, ma il grande filosofo Karl Popper dava a questa parola il significato di avvicinamento.

 » Leggi di più: Festivaletteratura
L’EX MAGISTRATO E LA VOCE RADIOFONICA
GIANRICO CAROFIGLIO E MASSIMO CIRRI:
L’ETICA CIVILE DELLE PAROLE  »

Post più vecchi››