Vai a…
RSS Feed

BOLOGNA
Palazzo Albergati
MONET E GLI IMPRESSIONISTI
Capolavori dal Musée Marmottan Monet di Parigi
Nuove date 29 agosto 2020 – 14 febbraio 2021


L’attività espositiva a Palazzo Albergati di Bologna  riparte dal 29 agosto con i 57 capolavori di Monet e dei maggiori esponenti dell’Impressionismo francese quali Manet, Renoir, Degas e molti altri, provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, noto nel mondo per essere la “casa dei grandi Impressionisti”. Un’anteprima assoluta dal momento che, per la prima volta dalla sua fondazione nel 1934, il Museo pariginocede in prestito un corpus di opere uniche, molte delle quali mai esposte altrove nel mondo.

«Era tutto pronto per l’inaugurazione prevista lo scorso 12 marzo, quando il dilagare della crisi sanitaria per il Coronavirus – spiega Iole Siena, Presidente del Gruppo Arthemisia– ha costretto i capolavori di Monet e dei più grandi Impressionisti a una brusca ritirata. Dopo cinque mesi il mondo non è più quello di prima e quello della cultura, particolarmente colpito dalla pandemia, sta vivendo una forte battuta d’arresto.
In questo contesto l’apertura di una mostra eccezionale come “Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmottan Monet di Parigi” va in controtendenza rispetto al panorama internazionale ed emoziona più del solito, perché aprirla significa gettare il cuore oltre l’ostacolo, superare paure e incertezze e prediligere l’interesse del pubblico rispetto al proprio».
È il messaggio che vogliono dare, insieme, il Musée Marmottan Monet e Arthemisia, che hanno lavorato duramente per poter riprogrammare la mostra, che si svolgerà dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021.

Pierre Auguste Renoir (1841-1919) Ritratto di Julie Manet, 1894 Parigi, Musée Marmottan Monet, lascito Annie Rouart, 1993 © Christian Baraja SLB

LA MOSTRA
Una mostra dal carattere eccezionale, in anteprima assoluta: dal Museo Marmottan Monet di Parigi, noto nel mondo per essere la “casa dei grandi Impressionisti”, a Palazzo Albergati di Bologna arrivano 57 capolavori assoluti di Monet e di tutti i grandi esponenti dell’Impressionismo francese, per un’esposizione unica con opere che mai avevano lasciato il museo parigino.

Per la prima volta dalla sua fondazione nel 1934, il Musée Marmottan Monet di Parigi cede in prestito un corpus di opere uniche, molte mai esposte altrove nel mondo e firmate da alcuni dei maggiori esponenti dell’Impressionismo. Principalmente Monet, ma anche Manet, Renoir, Degas, Corot, Sisley, Caillebotte, Morisot, Boudin, Pissarro e Signac sono gli indiscussi protagonisti della mostra “Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmottan Monet”: un’occasione irripetibile per ripercorrere l’evoluzione del movimento pittorico più amato a livello globale.



Berthe Morisot (1841-1895) Donna con ventaglio o Il ballo, 1875 Parigi, dono Eugène e Victorine Donop de Monchy, 1940 © Musée Marmottan Monet, Paris / Bridgeman Images

Dopo il grande successo conseguito dalla mostra “Chagall. Sogno e magia”, terminata il 1° marzo, Arthemisia è lieta di presentare proprio a Bologna questa mostra dal carattere eccezionale, con un percorso espositivo che vede primeggiare – accanto a capolavori cardine dell’impressionismo francese come Portrait de Madame Ducros (1858) di Degas, Portrait de Julie Manet (1894) di Renoir e Nymphéas (1916-1919 ca.) di Monet – opere inedite per il grande pubblico perché mai uscite dal Musée Marmottan Monet. È il caso di Portrait de Berthe Morisot étendue (1873) di Édouard Manet, Le Pont de l’Europe, gare Saint-Lazare (1877) di Claude Monet e Jeune Fille assise au chapeau blanc (1884) di Pierre Auguste Renoir.



Camille Pissarro (1830-1903) Boulevard esterni, effetto di neve, 1879 Parigi, dono Eugène e Victorine Donop de Monchy, 1940 © Musée Marmottan Monet, Paris / Bridgeman Images

Attraverso 57 capolavori, la mostra vuole anche rendere omaggio a tutti quei collezionisti e benefattori – tra i quali molti discendenti e amici degli stessi artisti in mostra – che, a partire dal 1932, hanno contribuito ad arricchire la prestigiosa collezione del museo parigino rendendola una tra le più ricche e più importanti nella conservazione della memoria impressionista. La mostra è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e curata da Marianne Mathieu, Direttore scientifico del Musée Marmottan Bologna.


Per garantire l’accesso alla mostra nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza, a partire da lunedì 6 luglio saranno aperte le prevendite sul sito www.ticket.it. Tutte le informazioni sono disponibili visitando i siti:
www.palazzoalbergati.com www.arthemisia.itwww.ticket.it
oppure telefonando al numero +39 051 030141.
Dal 29 agosto si potrà anche acquistare il biglietto in loco ma è fortemente consigliata la prenotazione. Potranno entrare 25 persone ogni 20 minuti, per un massimo di 75 visitatori all’ora, con obbligo di indossare la mascherina.

C.S.
Fonte: Ufficio Stampa Arthemisia
e Ufficio Stampa PCM, 3 luglio 2020

MONET E GLI IMPRESSIONISTI
Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi
(13 marzo – 12 luglio 2020 date prima del coronavirus)
Nuove date 29 agosto 2020– 14 febbraio 2021

Palazzo Albergati
Via Saragozza 28, Bologna
Infoline
T. 051 030141
www.palazzoalbergati.com

Informazioni mostra:
Gruppo Arthemisia >
Palazzo Montoro – Via di Montoro, 4
000186 Roma
T+ 39 06 693 803 06
info@arthemisia.it
www.arthemisia.it

Tags: , ,

Altre storie daArsit Artes

About Maria Fleurent