Vai a…
RSS Feed

FIRENZE
Gallerie degli Uffizi online
LA NASCITA DI GESÙ
Ipervisione e video
Dal 23 Dicembre


Le festività delle Gallerie degli Uffizi si arricchiscono sempre più e offrono ai visitatori virtuali altri tre doni: una ipervisione (mostra virtuale) dedicata al celebre Trittico Portinari con l’Adorazione dei Pastori del fiammingo Hugo van der Goes; un video sulla Natività di Gherardo delle Notti, e la videofiaba ‘Speciale Natale’ dedicata ai bambini.

Non solo quindi il coloratissimo presepe pop dell’artista Marco Lodola (vedi approfondimento DeArtes qui) e le sale virtuali per famiglie (vedi qui) che sono state prenotate da molte regioni italiane e anche da Svizzera, Francia, Inghilterra. Il focus sul Trittico Portinari è online dal 23 dicembre, mentre gli altri appuntamenti sono stati caricati, uno al giorno, sulla pagina facebook del museo.  

IL TRITTICO PORTINARI
La mostra virtuale analizza lo spettacolare Trittico Portinari di Hugo van der Goes, il capolavoro del Rinascimento che è uno dei vanti delle Gallerie degli Uffizi. Sul sito web si offre ai visitatori l’opportunità di uno sguardo ravvicinatissimo su tutti i particolari che lo compongono e sulla raffinata tecnica pittorica con la quale fu realizzato. Il percorso è strutturato in sezioni che ne illustrano la storia e i dettagli quali la moda, i costumi e i gioielli.

Costituito da una tavola centrale con l’Adorazione dei pastori e due sportelli laterali raffiguranti i committenti accompagnati dai loro santi protettori, il gigantesco trittico fu dipinto nelle Fiandre tra 1473 e 1478 da Hugo van der Goes su commissione di Tommaso di Folco Portinari (1428-1501), banchiere fiorentino agente del Banco Mediceo a Bruges e influente consigliere presso la corte borgognona. Il trittico venne poi spedito a Firenze dove giunse, dopo un avventuroso tragitto via mare e via fiume, il 28 maggio 1483 per essere esposto nella chiesa di Sant’Egidio annessa allo Spedale di Santa Maria Nuova. Fu un evento per l’arte fiorentina: l’opera d’arte fiamminga più imponente esposta in città, suscitò subito enorme curiosità e ammirazione. Artisti come Filippino Lippi, Domenico Ghirlandaio, Luca Signorelli e Leonardo da Vinci restarono fortemente impressionati dagli effetti brillanti della tecnica a olio e dal realismo rivoluzionario della raffigurazione.

L’ADORAZIONE DEL BAMBINO
Il capolavoro fu realizzato tra il 1619 e il 1620 dal pittore olandese Gerard van Honthorst, noto in Italia come ‘Gherardo delle Notti’ per la sua peculiare efficacia nel ritrarre scene notturne. Nell’opera, Maria, Giuseppe e due angioletti osservano amorevolmente il neonato Gesù avvolto in fasce, che, sprigionando luce dal suo corpo, illumina e riscalda i loro volti.

SPECIALE NATALE
Racconta l’avventura di un gruppo di bambini che, accompagnati da una “Guida Babbo Natale”, vanno alla scoperta dei capolavori degli Uffizi curiosando tra le sale del museo chiuso.

M.C.S.
Fonte: Ufficio Stampa, 21 dicembre 2020
Immagine di apertura: Adorazione del Bambino, Gherardo delle Notti

www.uffizi.it

Tags: , ,

About Maria Fleurent