Vai a…
RSS Feed

MILANO
APERTI PALAZZO REALE
E LE SEDI ESPOSITIVE
DEL COMUNE

Programma mostre
Carnevale in streaming

Dal 9 Febbraio 2021


Hanno riaperto tutte le mostre già inaugurate o allestite nelle sedi espositive e museali del Comune di Milano, e poi chiuse al pubblico dal 4 novembre scorso: “Divine e Avanguardie. Le donne nell’arte russa” (approfondimento DeArtes qui) e “Prima, donna. Margaret Bourke-White” (approfondimento DeArtes qui) a Palazzo Reale; “Carla Accardi. Contesti” (approfondimento DeArtes qui) al Museo del Novecento; “Sotto il Cielo di Nut. Egitto divino”(approfondimento DeArtes qui) al Museo Archeologico.

Apriranno al pubblico anche le esposizioni temporanee allestite durante il periodo di lockdown e mai aperte al pubblico: “Giuseppe Bossi e Raffaello” (approfondimento DeArtes sul tour virtuale vedi qui ) al Castello Sforzesco, e l’installazione artistica “Interazioni Antologiche” di Francesco Panozzo presso Casa della Memoria, che sono state raccontate al pubblico attraverso video e immagini sul web.

Saranno inaugurate martedì 16 febbraio tre nuove mostre: “La prima stagione di Gianni Dova” (approfondimento DeArtes qui ) alla Casa Boschi di Stefano, “Orticanoodles. Inside” (approfondimento DeArtes qui) allo Studio Museo Francesco Messina, e “Qhapaq Ñan. La grande strada Inca” (approfondimento DeArtes qui) al Mudec – Sala Khaled Assad.

Aperte anche “Frida Khalo. Il caos dentro” (approfondimento DeArtes qui ) alla Fabbrica del Vapore e “Philippe Daverio a Milano” (approfondimento DeArtes qui) alla Cittadella degli Archivi.La mostra “Luisa Lambri. Autoritratto”, allestita al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, aprirà al pubblico martedì 16.

Le disposizioni vigenti consentono la riapertura di musei e sedi espositive solo nei giorni feriali, pertanto le mostre resteranno aperte dal martedì al venerdì. La prenotazione non è necessaria ma fortemente consigliata.

Palazzina Liberty “Dario Fo e Franca Rame”

CARNEVALE AMBROSIANO DEI COLORI
Nonostante l’emergenza sanitaria, Milano non rinuncia al suo storico Carnevale e propone uno speciale evento in streaming in cinque puntate dal titolo “Carnevale dei Colori con i Toni di Colori”. Da martedì 16 a sabato 20 febbraio, ogni giorno alle ore 17 sarà disponibile sul sito www.yesmilano.it una nuova puntata del progetto, che si compone di cinque episodi-contenitore registrati senza pubblico all’interno della Palazzina Liberty “Dario Fo e Franca Rame”, trasformata per l’occasione in un circo accogliente e coloratissimo.

Grazie alla figura iconografica del Clown Toni – parente stretto dello Zanni della Commedia dell’Arte oltre che del più blasonato Arlecchino – il Carnevale Ambrosiano sarà celebrato in modo alternativo con spettacoli, storie, canzoni, musiche dal vivo e contributi internazionali dai più importanti artisti che hanno lavorato in passato a Milano, e anche una piccola sezione storica e di curiosità. Ha firmato il progetto Maurizio Accattato, il quale, nelle vesti di Moriss, il buffo clown alla testa dei PIC del Pronto Intervento Clown, accompagnerà il pubblico in questo viaggio nel mondo dei colori.

Moriss, Pic

Protagonisti delle varie puntate, i Fratelli Caproni, Circo Roma, la Compagnia italo francese di acrobazie aeree Omphaloz. E poi I Pumi, i Maghi del Glam, le bolle di sapone luminescenti di Vitaminaeci. Ogni puntata avrà la musica dal vivo grazie all’Orchestra di Fiati di Milano. Ospiti speciali i giovanissimi musicisti del duo To Feel.

Data l’impossibilità di invitare Compagnie da altre regioni e dall’estero, all’interno degli episodi ci saranno diverse cartoline video inviate dagli artisti internazionali che in passato si sono esibiti a Milano. Tra loro Michael Trautman dall’America, Mario Pirovano, gli spagnoli Lapso Company e molti altri che offriranno un estratto dei loro spettacoli realizzato appositamente per il Carnevale dei Colori.

Tra i contributi importanti non poteva mancare quello di Enrico Bonavera, l’Arlecchino del Piccolo Teatro.

C.S.M.
Fonte: Ufficio Stampa Comune Milano, 8 e 11 febbraio 2021

Tags: , , , ,

Altre storie daArsit Artes

About Maria Fleurent