Vai a…
RSS Feed

MILANO
PAC
MOSTRE DI LUISA LAMBRI
E DI ZEHRA DOĞAN

Inaugura la PAC Project Room
16 febbraio – 30 maggio 2021


La nuova mostra “Luisa Lambri. Autoritratto” è la prima ampia personale dell’artista in Italia e presenta una selezione di opere realizzate tra il 1999 e 2017, alcune delle quali mai presentate prima nel nostro Paese. 

Concentrandosi principalmente sulla fotografia, il lavoro di Luisa Lambri (Como 1969) è caratterizzato da uno spettro di soggetti che ruotano attorno alla condizione umana e al suo rapporto con lo spazio, come la politica della rappresentazione, l’architettura, la storia della fotografia astratta, il modernismo, il femminismo, l’identità e la memoria. 

Lambri costruisce letture personali e intime dei suoi soggetti e incoraggia un dialogo tra osservatore, opera d’arte e spazio. Infatti, luce tempo e movimento giocano un ruolo importante nei suoi lavori, dove lievi differenze riflettono il movimento dell’artista nello spazio.

Nella mostra allestita al PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, le fotografie di Lambri si relazionano con l’architettura disegnata da Ignazio Gardella, diventano un’estensione dello spazio e rendono l’opera site-specific.  

IL TEMPO DELLE FARFALLE
Prosegue al PAC anche “Il tempo delle farfalle. Dedicato a Patria, Minerva, Teresa Mirabal”, a cura di Elettra Stamboulis e realizzato in co-produzione con la Fondazione Brescia Musei. Il progetto inaugura la PAC Project Room con un focus sull’artista Zehra Doğan, giornalista, artista visiva e attivista curda.

Il progetto è iniziato il 25 novembre 2020 con la pubblicazione sul sito del PAC della documentazione video di una performance dell’artista, in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, e si completa ora con l’esposizione di una selezione di opere realizzate dall’artista in carcere e con una nuova performance pensata per il PAC, quest’ultima in data da definirsi.  

Zehra Doğan (Diyarbakır, 1989) ha inaugurato una nuova attenzione all’arte che nasce dietro i confini delle sbarre, grazie anche a un processo artistico che mette insieme ascolto dell’altra persona, pratica femminista, condivisione, utilizzo di materiale estemporaneo e istantaneità dello sguardo.   

M.C.S.
Fonte: Ufficio Stampa Comune Milano e PCM Studio, 15 e 16 febbraio 2021

Luisa Lambri AUTORITRATTO
16 febbraio – 30 maggio 2021

Zehra Doğan IL TEMPO DELLE FARFALLE
16 febbraio – 30 maggio 2021

PAC
via Palestro 14
Milano — 20121

PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea (pacmilano.it)

Tags: , , , , , ,

Altre storie daArsit Artes

About Maria Fleurent