Vai a…
RSS Feed

MILANO
Museo Strumenti Musicali
Castello Sforzesco

LO STUDIO DI FONOLOGIA RAI
SU GOOGLE ARTS & CULTURE

La nascita della musica elettronica
Dal 10 marzo 2021


È online su Google Arts & Culture una mostra sulla musica elettronica. Il Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano contribuisce con la virtual exhibit dedicata allo Studio di Fonologia della Rai, fondato da Luciano Berio e Bruno Maderna e poi ricostruito con gli allestimenti originali di Gio Ponti.

La nuova iniziativa online e interattiva è lanciata sulla piattaforma grazie al supporto di YouTube. Con oltre 250 mostre online, il progetto “Music, Makers & Machines” ospita un archivio di oltre 15.000 foto, video, tour a 360° e scansioni 3D(https://artsandculture.google.com/project/music-makers-and-machines). La prima panoramica completa di un movimento musicale presentato da Google Arts & Culture, è il risultato di una collaborazione tra il Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano e oltre 50 tra archivi, musei, collezioni, etichette discografiche, festival e alcuni dei maggiori esperti e pionieri dell’industria musicale provenienti da 15 Paesi. 

Il progetto, cui partecipano istituzioni di molti Paesi europei e di Africa, Australia, Canada, Giappone, Korea, USA, racconta la storia della musica elettronica attraverso una mostra online sui pionieri di questo genere e sugli strumenti leggendari, oltre a mettere in luce tendenze, luoghi, artisti e svolte tecnologiche contemporanee.

Lo Studio di Fonologia Musicale della Rai di Milano nel 1968

STUDIO DI FONOLOGIA MUSICALE DI MILANO DELLA RAI
Il Castello Sforzesco presenta, dal 10 marzo 2021, la virtual exhibit Studio di Fonologia musicale di Milano della RAI. Nato nel giugno del 1955 per iniziativa dei musicisti Luciano Berio e Bruno Maderna, lo Studio vide i primi esperimenti sonori che diedero il via alla musica elettronica in Italia. Lo studio è rimasto in attività fino al 1983. 

Gli apparecchi furono conservati presso la RAI fino al 2008 quando furono trasferiti al Museo degli Strumenti Musicali e ricostruiti con gli allestimenti originali di Gio Ponti.Fra i musicisti che lavorarono allo Studio, oltre a Berio e Maderna, si riconrdano Luigi Nono, John Cage, Henri Pousseur, Niccolò Castiglioni, Luciano Chailly, Aldo Clementi, Franco Donatoni, Armando Gentilucci, Giacomo Manzoni, Giacomo Marinuzzi Jr, Angelo Paccagnini, Salvatore Sciarrino, Giuseppe Sinopoli, Camillo Togni, Roman Vlad.

M.C.S.
Fonte: Ufficio Stampa Comune Milano, 10 marzo 2021



MUSEO DEGLI STRUMENTI MUSICALI DEL CASTELLO SFORZESCO
https://strumentimusicali.milanocastello.it/ 
 
GOOGLE ARTS & CULTURE CASTELLO SFORZESCO https://www.milanocastello.it/it/content/virtual-tour
https://artsandculture.google.com/partner/castello-sforzesco 
 
CASTELLO SFORZESCO  
www.milanocastello.it   

Tags: , , , , ,

Altre storie daArsit Artes

About Maria Fleurent