Vai a…
RSS Feed

SAN PIETROBURGO (Russia)
Hermitage:
The Virtual Exchange Building

THE ETHEREAL AETHER
L’ETERE ETEREO
L’arte digitale visibile in digitale
10 novembre – 10 dicembre 2021


Questo è il primo progetto espositivo completamente virtuale del Museo Statale Hermitage, a San Pietroburgo: un primo passo verso la digitalizzazione delle mostre museali e un trampolino di lancio per la creazione del Celestial Hermitage, il nuovo avatar digitale del museo. L’idea alla base della mostra è una rivisitazione dell’ascesa fulminea delle tecnologie NFT e della loro influenza sulla pratica dell’arte contemporanea dal 2014 al 2021. La mostra è plasmata sull’idea di mostrare l’arte digitale in un’arte digitale, il suo ambiente naturale, senza tradurlo in una realtà fisica. Il titolo “The ethereal aether” (L’etere etereo) si rifà sia alla poesia di Fëdor Tyutchev, sia ai molteplici significati della parola “etere”: l’originario greco, mitologia e filosofia, e il suo utilizzo nell’ambito delle criptovalute contemporanee.

Hackatao, Hack of a Bear (fragment) ©HACKATAO. Courtesy of the artist

COME VEDERE LA MOSTRA VIRTUALE
L’esposizione si tiene dal 10 novembre al 10 dicembre 2021 nel Virtual Exchange Building. Su celestialhermitage.ru si può trovare un catalogo online, testi curatoriali, informazioni sui partner, un guestbook online con commenti, e l’ingresso alla galleria virtuale, realizzata utilizzando la piattaforma digitale multifunzionale di arte digitale Masters. All’interno della galleria, i visitatori possono virtualmente camminare attraverso le sale, studiare le mostre e interagire.

La gallery è accessibile sia dal sito del progetto che dalla piattaforma digitale del Master. Sul sito sono disponibili istruzioni dettagliate per orientarsi nella mostra online. La mostra è accessibile anche tramite codici QR posti all’ingresso dell’Hermitage e sulla facciata dell’Exchange Building.


Urs Fischer, CHAOS #21 Bucolic (fragment) ©Urs Fischer. Courtesy of the artist and Fair Warning

LA SEDE VIRTUALE
Ricollegandosi al concetto di criptovaluta, lo spazio virtuale per la mostra si basa sugli interni della Borsa di San Pietroburgo, il punto di riferimento architettonico centrale della Strelka sull’isola di Vasiliev, creata nel 1816 da Jean-Francois Thomas de Thomon.

LA MOSTRA
La mostra presenta 38 progetti NFT che seguono la storia dello sviluppo della tokenizzazione delle opere d’arte da diversi punti di vista. Si tratta sia di opere emblematiche nella storia delle NFT che di opere completamente nuove, create appositamente per questa occasione.

Si trovano esempi di arte generativa, opere on-chain, proprietà collettiva di opere e progetti con algoritmi di creazione collettiva. Sono rappresentati vari approcci estetici e di genere alla creazione di NFT: visioni utopiche del futuro, un ritorno alle immagini dell’arte classica o moderna, glitch art, sculture digitali e progetti sulla connessione tra reale e virtuale.

La Mars House di Krista Kim è la prima casa digitale NFT al mondo, creata dall’artista canadese durante la prima ondata della pandemia nel 2020 e ispirata all’architettura giapponese, fondata su minimalismo, armonia e zen.

Michael Joo & Danil Krivoruchko, Organic Growth: Crystal Reef (OG:CR) 3D Model, 2021 © Michael Joo and Danil Krivoruchko. Production Snark.art

La mostra presenta anche un progetto NFT dalla piattaforma Snark.art con un algoritmo di proprietà collettiva unico, Organic Growth: Crystal Reef di Michael Joo e Danil Krivoruchko. Il progetto è composto da 10.301 cristalli che cambiano e crescono a ogni transazione di rivendita. Le modifiche dei cristalli dipendono dallo stato del portafoglio crittografico del proprietario e dalla cronologia delle loro transazioni; in questo modo creano una registrazione visiva dei processi digitali e organici. Il risultato è un enorme lavoro collettivo: la scultura Crystal Reef, assemblata da cristalli stampati in 3D ed esposta in tutto il mondo.

Ambiente ed ecologia sono al centro di Two Degrees, parte di Terra0, un progetto in sviluppo creato nel 2016 sulla piattaforma Ethereum da un gruppo di sviluppatori, teorici e ricercatori che studiano la creazione di ecosistemi combinati nella tecnosfera. Two Degrees è un’immagine 3D di una foresta, creata utilizzando uno scanner Lidar nel sud della Germania nel 2019. Il lavoro mette in guardia sul pericolo di distruggere gli ecosistemi, illustrando la connessione diretta tra il riscaldamento globale e la sopravvivenza di una foresta. Non appena la temperatura media annuale sulla Terra aumenta di due gradi, secondo i dati della NASA, il token può essere “bruciato” (tolto dalla circolazione).

Una delle piattaforme partecipanti alla mostra, AlterHEN, è creata utilizzando la blockchain Tezos a emissioni zero. Inoltre, verrà piantata una parte di foresta per compensare l’impronta di carbonio della mostra.

Zhang Huan ha creato Ash Square appositamente per l’Hermitage, un progetto NFT basato su Black Square di Kazimir Malevich nella collezione Hermitage. Nel suo lavoro utilizza forme estetiche riconoscibili adattate al formato digitale.

M.C.S.
Fonte: Ufficio Stampa Hermitage, 9 novembre 2021
Immagine di apertura: The First and the Last (fragment) ©Jonathan Monaghan

THE ETHEREAL AETHER.An Exhibition of Digital Art
10 novembre – 10 Ddicembre 2021

The Virtual Exchange Building
on the Strelka of Vasilev Island
celestialhermitage.ru 

Krista Kim, Mars House (fragment) ©Krista Kim

Tags: , , , , ,

Altre storie daArsit Artes

About Maria Fleurent