Tre mesi di musica, performance, arti visive e attività per bambini per riscoprire i diversi volti di Fabbrica. Novità: una mostra concepita per gli spazi di Cattedrale, edificio ripensato come giardino interspecie.

Vapore d’estate è il nome della programmazione condivisa dalle realtà attualmente residenti in via Procaccini 4, coadiuvate e sostenute dal Comune di Milano nell’ambito del progetto Spazi al Talento e del palinsesto culturale cittadino Milano è Viva.

[AiEP-Compagnia Atacama, Altrove oltre il Mondo]

Vapore d’estate ha preso il via il 21 giugno, per abitare, fino a ottobre 2022, diversi spazi di Fabbrica, al chiuso e all’aperto, snodandosi tra concerti, proiezioni, spettacoli e performance, mostre e attività dedicate al pubblico più giovane, esprimendo così l’animo multiforme dei laboratori promotori dell’iniziativa. Quattro sono i percorsi tematici intrecciati tra loro: Musica, Danza, Arti Visive, Kids, fruibili gratuitamente o con un biglietto dal prezzo contenuto.

Con questa III edizione della rassegna estiva, Fabbrica del Vapore rinnova l’intenzione di affermarsi come luogo d’elezione per la cultura e l’arte a Milano, ma anche come punto di riferimento per la formazione, la crescita e la visibilità per giovani creativi, coreografi, performer e autori.

[Divertimento Ensemble, Fontana Mix Ensemble]

Riunitisi nel 2019 nell’ATS Vapore con capofila Fattoria Vittadini, gli undici laboratori più un archivio che abitano attualmente gli spazi di Fabbrica mostrano in modo chiaro le interconnessioni, lavorando insieme per la costruzione di uno spazio comune, co-ideato, co-creato e co-abitato. In particolare, spiccano le proposte di Ariella Vidach-AiEP, Careof, Contemporary Music Hub, Divertimento Ensemble, Studio Azzurro, The Art Land (con Isolamusic e Acea) e Viafarini.


[Studio Azzurro, Soffio dell’Angelo]

CATTEDRALE: YOU WILL FIND ME IF YOU WANT ME IN THE GARDEN
L’allestimento site-specific trasforma il potente spazio di Cattedrale e quello antistante in un giardino interspecie dove video, corpi, dispositivi interattivi e installazioni sonore restituiscono la complessità del mondo attuale, lanecessità di immaginare nuove prospettive di coesistenza e nuove soggettività ealleanze, amplificando la riflessione su temi come la ridefinizione di spazio e di corpo alla soglia con il virtuale, le pratiche di resistenza e la democrazia, intesa come accessibilità, ma anche come apertura a corpi ibridi e sensibili.

[Fattoria Vittadini, FragileArtists FeMale, ph Desire Sacchiero]

Una grande installazione multipla – un habitat transumano – produce uno scenario mobile e partecipato: i tre grandi paracadute rovesciati de Il soffio sull’Angelo di Studio Azzurro galleggiano, popolati di corpi proiettati che reagiscono al soffio dei visitatori. Sotto questo scenario di corpi sensibili elettronici, si muovono i corpi dei performer di Dieci giardini da non perdere di Ariella Vidach-AiEP, in dialogo con gli autori proposti da Careof in forma espansa in un trittico video, con i corpi cavi, di creta, dell’installazione sonora di mdi ensemble Omaggio ad Alvin Lucier, compositore statunitense di musica sperimentale recentemente scomparso, e con la mostra fotografica FeMale di Fragile Artists proposta da Fattoria Vittadini.

You will find me if you want me in the garden inaugurerà giovedì 7 luglio e sarà fruibile sino alla fine della rassegna, aprendosi ad attraversamenti performativi, incontri, talk, condivisioni.

C.S.M.
Fonte: Uffici Stampa, 21 giugno 2022
Immagine di copertina: Fattoria Vittadini, Arearea Boxtwo

VAPORE D’ESTATE
21 giugno – ottobre 2022

Fabbrica del Vapore
via Giulio Cesare Procaccini 4, Milano
tel 02 21116 086
ats.vapore@gmail.com
www.vaporedistrict.org

[AiEP, Dieci giardini da non perdere]

Lascia un commento