Con 68 dipinti dell’artista di Dublino arriva al MAMbo in una versione rinnovata la mostra che ha già fatto tappa a Budapest e Atene.

Il Museo d’Arte Moderna di Bologna presenta A wound in a dance with love, ampia retrospettiva di Sean Scully (Dublino, 1945), artista tra i massimi esponenti della pittura contemporanea. Nell’arte di Scully confluiscono in eguale misura tanto un’estesa conoscenza delle opere di maestri antichi e contemporanei quanto una singolare sensibilità nel trarre suggestioni visive ed emozionali da dati di realtà. La mostra bolognese, con 68 lavori esposti fra dipinti a olio, acrilici, acquerelli, disegni e una scultura monumentale, evidenzia la dialettica costante fra queste due componenti fondamentali del lavoro dell’artista, ripercorrendo una vicenda creativa lunga oltre cinquant’anni.

Arriva a Bologna in una versione rinnovata e pensata per il MAMbo, dove è visibile nella Sala delle Ciminiere dal 22 giugno al 9 ottobre 2022, l’esposizione a cura di Lorenzo Balbi con main partner la Kerlin Gallery di Dublino, basata sulla mostra Sean Scully: Passenger – A retrospective, curata da Dávid Fehér e organizzata dal Museum of Fine Arts – Hungarian National Gallery di Budapest tra il 2020 e il 2021, successivamente ospitata al Benaki Museum di Atene. L’artista è così nuovamente protagonista di una personale a Bologna dopo 26 anni: nel 1996 fu proprio la Galleria d’Arte Moderna, da cui discende il MAMbo, a dedicargli una mostra nella sede di Villa delle Rose.

Dalle prime sperimentazioni figurative degli anni ’60 e le opere minimaliste degli anni ’70 fino al lavoro attuale, A wound in a dance with love documenta i più importanti sviluppi di una pratica sempre coerente con i propri presupposti eppure capace di variare significativamente nel corso del tempo, in relazione a esperienze emotive ed evoluzioni esistenziali come ad affetti e lutti.

Nella sala di apertura si fronteggiano due monumentali dipinti su alluminio, What makes us too (2017) e Uninsideout (2018 – 2020), nei quali si riuniscono, in uno studiatissimo contrasto, diversi elementi ricorrenti nelle opere di Scully: la tripartizione, l’inserimento di “insets”, l’impiego di strisce contrapposto a schemi ortogonali ed elementi monocromi, l’alternanza tra aree colorate ed altre in bianco e nero.

Nella navata centrale della Sala delle Ciminiere il percorso espositivo inizia tra suggestioni paesaggistiche e la determinazione di Scully ad abbracciare l’astrattismo. La sala fornisce anche la collocazione ideale per la scultura in feltro Opulent Ascension (2019), allestita in precedenza nella chiesa di San Giorgio Maggiore, in occasione della 58° Biennale Arte di Venezia, monumentale esempio delle più recenti trasposizioni su scala tridimensionale delle intuizioni dell’artista.

Mariana (1991) presenta i tipici “inset” costituiti da tele dipinte con motivi in contrasto e fisicamente incassate in alloggiamenti ricavati nel corpo del dipinto, mentre Long light (1998), già appartenente alla collezione permanente MAMbo, è una prova delle riflessioni sulla luce che preludono a lavori successivi.

La più recente e significativa svolta dell’opera di Scully presenta il ritorno alla pittura figurativa che l’artista aveva brevemente frequentato ai suoi esordi. I dipinti della serie Madonna, eseguiti tra il 2018 e il 2019, raffigurano la moglie e il figlio dell’artista intenti a giocare con la sabbia, riportando in luce un tema da sempre caro a Scully come quello della madre con il bambino.
A completare la mostra una selezione di opere su carta che accompagnano ogni fase evolutiva dell’intera carriera di Scully e un programma di film.

In occasione della sua retrospettiva a Bologna, Sean Scully donerà al MAMbo un’opera che entrerà a far parte delle collezioni del museo: Aix Wall 4 (2021). L’artista ha inoltre scelto di rendere omaggio a Giorgio Morandi con l’esposizione di due opere negli spazi del Museo Morandi, al primo piano dell’Ex Forno del Pane.

C.S.M.
Fonte: Ufficio Stampa, 20 giugno 2022
Installation view: Foto Ornella De Carlo
Courtesy Istituzione Bologna Musei | MAMbo

SEAN SCULLY
A WOUND IN A DANCE WITH LOVE
22 giugno – 9 ottobre 2022

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna
Via Don Minzoni 14, Bologna
Tel. +39 051 6496611
www.mambo-bologna.org
www.museibologna.it

Lascia un commento