A Palazzo Ducale nuova tappa della mostra che racconta la storia del pioniere dell’animazione e le creazioni che ebbero, e hanno, un successo planetario.  

Raccontare storie senza tempo riuscendo a incantare il pubblico è considerata una vera e propria arte; ma dietro l’immediatezza tipica del risultato artistico perfetto si nasconde – come spesso accade nel mondo dell’arte – un lavoro di ricerca creativa che dura anni, generalmente ignoto a chi ascolta queste storie. Dopo il successo al Mudec di Milano (vedi notizia DeArtes qui) e a Palazzo Barberini di Roma (vedi notizia DeArtes qui) arriva a Palazzo Ducale di Genova, dal 14 ottobre 2022 al 2 aprile 2023, “Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo”, la mostra che racconta al pubblico questo processo creativo.

[Fantasia, “The Pastoral Symphony”, 1940, Disney Studio Artist, Concept art, pastelli e matita colorata su carta © Disney]

L’esposizione, promossa e prodotta da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE che cura anche il catalogo, a cura della Walt Disney Animation Research Library, con la collaborazione di Federico Fiecconi, storico e critico del fumetto e del cinema di animazione, racconta a grandi e bambini la storia di Walt Disney, pioniere nell’arte dell’animazione, e i suoi personaggi più celebri. Il suo innovativo approccio creativo allo storytelling ha creato alcuni dei film più belli e famosi del Ventesimo Secolo, tra cui Biancaneve e i Sette Nani, Pinocchio e Fantasia.

La mostra presenta preziose opere originali provenienti dagli Archivi Disney di questi immortali lungometraggi e di altri celebri film dei Walt Disney Animation Studios, tra cui Hercules e La Sirenetta, fino al più recente film d’animazione Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle, creato da una nuova generazione di artisti e cineasti tuttora profondamente ispirati all’eredità di Walt Disney.

[Disney l’arte di raccontare storie senza tempo Palazzo Ducale – Genova. Foto Fabio Bussalino]

L’esposizione a Palazzo Ducale di Genova si arricchisce di una speciale collaborazione con la Collezione Wolfsoniana, museo che fa parte del Polo dei Musei di Nervi: in mostra il pubblico può ammirare i pupazzi in pezza raffiguranti Biancaneve e i sette nani del 1936 ca.

Il percorso racconta al visitatore i capolavori di Walt Disney riconducendo le storie – che tutti noi siamo abituati a conoscere nella versione disneyana – alle antiche matrici di tradizione epica: sono i miti, le leggende medievali e il folklore, le favole e le fiabe che costituiscono da secoli il patrimonio archetipico narrativo delle diverse culture del mondo, un vero e proprio melting pot tra i diversi continenti. Queste sono anche le sezioni tematiche della mostra, in cui trovano collocazione le storie più famose da cui sono stati tratti i film Disney e vengono presentate in chiave narrativa attraverso l’esposizione dei bozzetti preparatori di ricerca creativa, incentrati sull’esplorazione di personaggi, ambientazioni e trame narrative.

[Disney l’arte di raccontare storie senza tempo Palazzo Ducale – Genova. Foto Fabio Bussalino]

Il grande sforzo innovativo degli artisti di Disney fu infatti – e lo è tutt’oggi – quello di portare queste storie al cinema utilizzando diversi strumenti artistici, dal disegno a mano – elemento fondativo del lavoro negli Studios – all’animazione digitale, per captare l’essenza delle favole antiche e rivitalizzarle, attualizzandone il valore universale.

Una seconda chiave di lettura della mostra riguarda il come nasca un capolavoro, il ‘dietro le quinte’ di alcuni dei più grandi film d’animazione di tutti i tempi firmati Disney. Ci vogliono mesi e anni di lavoro di un’intera équipe coordinata da un regista per produrre un film d’animazione: un processo creativo lento, continuativo e molto meticoloso che, da un’idea iniziale, costruisce un intero film attraverso migliaia di immagini che via via prendono vita.

[Disney l’arte di raccontare storie senza tempo Palazzo Ducale – Genova. Foto Fabio Bussalino]

È possibile un’interpretazione personale e sperimentale dell’arte dello storytelling. Il visitatore viene incoraggiato a diventare egli stesso un narratore e può percorrere le sale della mostra non solo come spettatore passivo di contenuti, ma come attore protagonista degli stessi. L’obiettivo è infatti quello di costruire il proprio racconto, che si comporrà in un piccolo ‘libretto’ da portare con sé a casa.

C.S.M.
Fonti: Uffici Stampa, 14 ottobre 2022
Immagine di copertina: Frozen 2 – Il segreto di Arendelle, 2019 © Disney 

DISNEY. L’ARTE DI RACCONTARE STORIE SENZA TEMPO
14 ottobre 2022 – 2 aprile 2023

Palazzo Ducale
Piazza Giacomo Matteotti, 9 – 16123 Genova
Infoline: +39 010 897 2737
www.palazzoducale.genova.it 

Lascia un commento