Vai a…
RSS Feed

E diedi il canto agli astri, al ciel
che ne ridean più belli

AINHOA ARTETA, mirabile TOSCA in ARENA

Sarebbe riduttivo definire “ripresa”, l’allestimento di Tosca che Hugo de Ana ideò apposta per l’Arena di Verona nel 2006. Il taglio intimistico dato dal regista, scenografo, costumista e light designer argentino ha infatti la proprietà di rinnovarsi, attingendo alle specificità dei cast alternatisi negli anni. In special modo, quando la protagonista possieda un’empatia artistica con l’impostazione scenica, con musica e parole, come nel caso di Ainhoa Arteta, una Floria Tosca da ricordare.

 » Leggi di più: E diedi il canto agli astri, al ciel
che ne ridean più belli

AINHOA ARTETA, mirabile TOSCA in ARENA  »

Tribute To

STOMP stomp StOmP STOmp
Ritmi tribali urbani
dalla giungla metropolitana

Hanno fatto ritorno a Verona, per la prima volta al Teatro Romano, gli Stomp, fenomeno planetario, nomination agli Oscar, esibitisi alle Olimpiadi di Londra, all’Acropoli di Atene, davanti al Presidente Clinton. Diciamolo subito: gli Stomp non sanno apparentemente fare alcunché, se non i percussionisti, o i rumoristi. Niente coreografie, anche se sono stati compresi nella sezione Danza dell’Estate Teatrale Veronese 2017, niente numeri acrobatici, niente parole, niente trama,

 » Leggi di più: STOMP stomp StOmP STOmp
Ritmi tribali urbani
dalla giungla metropolitana  »

CASSANDRA SITE SPECIFIC
e il DRAMMA di chi PREVEDE
PRENDE CORPO
in ELISABETTA POZZI

“Io sono qui o là o altrove. Il mio principio è la mia fine”. L’incipit era pronunciato in una nera tuta da jogging. A piedi nudi, assorbendo energia dal contatto con il terreno, la protagonista si è apprestata alla breve maratona attorno al rinnovarsi di un mito. Il cappuccio, scostato, ha rivelato i capelli color tiziano, la felpa si è ricoperta di lembi di tessuti pronti a essere assemblati in varie fogge,

 » Leggi di più: CASSANDRA SITE SPECIFIC
e il DRAMMA di chi PREVEDE
PRENDE CORPO
in ELISABETTA POZZI  »

I CANTI
DELLA VIA DELLA SETA

conquistano l’ACCADEMIA DISCANTO

La musica è un linguaggio universale capace di unire i popoli e il progetto Il canto della via della seta ha gettato un ponte tra Oriente e Occidente. “L’amicizia è la cosa più importante”, ha centrato il fulcro della serata Rosanna Campagnari, Presidente Fondazione Discanto. Il concerto tenuto a Villa Vecelli Cavriani di Mozzecane, ha posto in parallelo multiformi espressioni artistiche, dando vita a un insieme gradevole che ha favorito la conoscenza di una cultura poco nota e affascinante,

 » Leggi di più: I CANTI
DELLA VIA DELLA SETA

conquistano l’ACCADEMIA DISCANTO  »

Carlos Álvarez, RIGOLETTO
ESALTA
L’INTROSPEZIONE DOLENTE
del BUFFONE di CORTE

Si è ispirato ai bozzetti storici del Rigoletto inscenato all’Arena nel 1928, l’allestimento firmato da Ivo Guerra nel 2003, che ha fatto ritorno a Verona vivificando le atmosfere tradizionali, dal fascino sempre apprezzato dal pubblico per il realismo pittorico e al contempo fantasioso, declinato in termini pacati, rassicuranti, senza sorprese. La scenografia (Raffaele Del Savio) mostrava il Castello di San Giorgio a Mantova cinto da un’immaginaria muraglia merlata costellata di pioppi cipressini.

 » Leggi di più: Carlos Álvarez, RIGOLETTO
ESALTA
L’INTROSPEZIONE DOLENTE
del BUFFONE di CORTE  »

La BOHÈME
per la regia di SCAPARRO
apre il Festival PUCCINI 2017
a Torre del Lago

Dramma della giovinezza, ma anche inno all’amore puro,  sullo sfondo di una  Parigi delle grandi rivoluzioni artistiche, quelle che  avrebbero segnato la storia e che Puccini, musicista moderno e  attento alle trasformazioni  colse perfettamente e immortalò in questo  capolavoro della storia del melodramma ancora oggi in testa alle classifiche dei titoli più rappresentati in tutto il mondo è La Bohème di Giacomo Puccini che va in scena a Torre del Lago nel cartellone del 63° Festival Puccini.

 » Leggi di più: La BOHÈME
per la regia di SCAPARRO
apre il Festival PUCCINI 2017
a Torre del Lago  »

Arsit Artes

Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?

C’è – c’era – anche un disco di Charlie Parker nella colonna sonora che accompagnava i pomeriggi dei nostri incontri/audizioni in casa dell’uno o dell’altro degli adepti componenti la mia compagnia d’adolescente. La doppia collocazione temporale intende alludere alla diversa valenza che questo disco assume nei miei ricordi. Il disco c’è nel senso che esiste, è catalogato nelle discografie, inciso nei solchi dei microsolchi o sui CD, analizzato da critici ed esegeti del bop,

 » Leggi di più: Quando l’incisione è storia
il LOVERMAN di Charlie Parker
abisso o vertice ?  »

NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche

Anna Pirozzi lucente Abigaille nel Nabucco risorgimentale all’Arena di Verona

Tre fischi ed ecco accorrere i martinitt. Non si era a Babilonia né a Gerusalemme, ma nella Milano invasa dalle barricate delle Cinque Giornate, registicamente protratte dal 1848 al 1860, secondo un concetto malleabile di tempo e di storia. A contrapporsi, non erano Babilonesi ed Ebrei ma soldati austriaci e patrioti risorgimentali, nel Nabucco che ha fatto ritorno a Verona in un nuovo allestimento,

 » Leggi di più: NABUCCO firmato Bernard
SPECCHIO dei TEMPI
e delle RICORSIVITÀ storiche  »

L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON

No, no: l’ingegnere milanese cui si allude nel titolo non è, ahimè, il mio amatissimo Gaddus, il Carlo Emilio di “Quer Pasticciaccio Brutto de Via Merulana”, “L’Adalgisa” e “La Cognizione del Dolore”. Quello a cui qui mi voglio riferire faceva di cognome Fava, era un signore molto distinto, formale, un po’ impettito, con un perenne sorriso immobile e piuttosto inespressivo. Era il proprietario di un appartamento sito in via Paolo Diacono,

 » Leggi di più: L’INGEGNERE MILANESE
e il BLUES di ELLINGTON  »

STING FOREVER STAR
EnglishMAN in NewYORK
in CONCERTO a MANTOVA

You forget the sun in his jealous sky. Al calare del sole, globi di luce hanno iniziato a rincorrersi sulle facciate dei palazzi, irraggiate dai proiettori che, dal palco, erano puntati verso i settemila in Piazza Sordello. Armonia potrebbe essere considerata la parola chiave del concerto che Sting ha tenuto a Mantova, sunto di tutta una vita artistica e personale, di una new age sviluppata in molteplici direzioni nel corso di quarant’anni di carriera e sessantacinque di vita.

 » Leggi di più: STING FOREVER STAR
EnglishMAN in NewYORK

in CONCERTO a MANTOVA  »

FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA

Lodevoli le limature, alla terza edizione dal debutto. Convince sempre più l’Aida confezionata nel 2013, anno del Centenario, con l’impegnativo compito di traghettare l’opera nel terzo millennio, e che ha fatto ritorno all’Arena di Verona lasciando agli spettatori la facoltà di scegliere tra l’innovazione e un secondo allestimento, carico delle antiche suggestioni tramandate dal 1913. L’ideazione del tanto celebre quanto abitualmente discusso collettivo catalano La Fura dels Baus continua a dividere le opinioni,

 » Leggi di più: FUTURISMO PURISTA
del Collettivo LA FURA

nel PROGETTO su AIDA  »

Anime

Premio Callas 2017
a Gianfranco Cecchele
QUEI 12mila SI BEMOLLE
che sono LEGGENDA
nel BEL CANTO

Happy birthday Maria Callas: premiati i 48 anni di carriera del tenore Gianfranco Cecchele.

In Arena una statua della Divina.
«Un applauso così, senza cantare? Mi conviene restare sempre zitto». Accolto da un’ovazione, Gianfranco Cecchele ha sfoderato da subito una generosa dose di simpatia, affabilità, disponibilità. Uno dei massimi tenori del Novecento “non se la è tirata” e ha dirottato signorilmente i battimani in direzione della moglie,

 » Leggi di più: Premio Callas 2017
a Gianfranco Cecchele
QUEI 12mila SI BEMOLLE
che sono LEGGENDA
nel BEL CANTO  »

Sogno dopo sogno
SOGNO di una NOTTE
di MEZZA ESTATE

per la regia
di MASSIMILIANO BRUNO
riporta
al VERO INCESSANTE INCESSANTEMENTE

Titolo onirico per eccellenza, inno alla confusione tra reale e irreale, “Sogno di una notte di mezza estate” lascia campo libero alla creatività attoriale e direttoriale, a innovazione e sperimentazione; nel presente caso alla ricerca dell’immaterialità. I proiettori del Teatro Romano a Verona si sono accesi, in prima nazionale, su una foresta di sottili liane semoventi, un tendaggio dalla valenza scenografica, per il suo assorbire le luci (light designer Marco Palmieri) e rendere cangianti colori e forme.

 » Leggi di più: Sogno dopo sogno
SOGNO di una NOTTE
di MEZZA ESTATE

per la regia
di MASSIMILIANO BRUNO
riporta
al VERO INCESSANTE INCESSANTEMENTE  »

ALL SONGS FOR YOU, GUY
SIR ELTON JOHN
OMAGGIA MANTOVA
con WONDERFUL CRAZY NITE

“L’attesa del piacere è essa stessa piacere”. Erano enormi, le aspettative per il concerto che Sir Elton John ha tenuto a Mantova – unica data italiana 2017 del tour iniziato in realtà cinquant’anni fa e mai interrottosi – e hanno mandato in fibrillazione l’intera città e i fan giunti da tutta la Penisola e dall’estero, per una serata d’entusiasmo educato e memorabile. Sir Elton è un testimone del nostro secolo, ha attraversato più generazioni lasciando in ciascuna un segno,

 » Leggi di più: ALL SONGS FOR YOU, GUY
SIR ELTON JOHN
OMAGGIA MANTOVA
con WONDERFUL CRAZY NITE
 »

FEDERICO SENECA a FANO
Segno e forma
nella PUBBLICITÀ

La città di Fano ricorda uno dei più rappresentativi Maestri della grafica pubblicitaria del Novecento italiano. Federico Seneca, negli anni a cavallo tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale e fino al boom economico, dettò i canoni della comunicazione pubblicitaria. Dal 14 luglio al 27 settembre 2017 alla Galleria Carifano di Palazzo Corbelli, la mostra “Segno e forma nella pubblicità” narra la storia del Paese, dal costume all’industria, che Seneca,

 » Leggi di più: FEDERICO SENECA a FANO
Segno e forma

nella PUBBLICITÀ  »

VICENZA IN LIRICA
Dialoghi barocchi

in VOCI
et ÉTOILE
et ESTRO ARMONICO

 Il Festival Internazio-nale Vicenza in lirica – Dialoghi barocchi sta crescendo. La quinta edizione si pone in dialogo sempre più stretto con la città e con il pubblico. Comunicare emozioni, è lo scopo dichiarato dal fondatore e direttore artistico Andrea Castello, che intende abbattere ogni muro che ovatti il suono e ne impedisca la propagazione. Il format multidisciplinare, proposto da Concetto Armonico,

 » Leggi di più: VICENZA IN LIRICA
Dialoghi barocchi

in VOCI
et ÉTOILE
et ESTRO ARMONICO  »